Credenziali SPID per i dipendenti della PA: “Ottieni SPID” semplifica la procedura
19 Settembre 2019
Accesso con SPID ai servizi online del Regno Unito: ecco il percorso che porterà alla conversione in UK
3 Ottobre 2019

SPID per le Imprese: perché se ne parla ancora così poco

SPID per le Imprese: perché se ne parla ancora così poco

SPID, il Sistemo Pubblico d’Identità Digitale, è la soluzione che permette ai cittadini di accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione con un’unica Identità Digitale a cui è possibile accedere sia da computer che da tablet che da smartphone.

Da quanto detto, risulta evidente che il servizio SPID diventa uno tra i requisiti fondamentali della trasformazione digitale non soltanto per quanto riguarda la Pubblica Amministrazione, ma anche per le aziende e le imprese private che potrebbero trovare in esso un valido strumento per regolare l’accesso degli utenti ai loro servizi.

Oggi, tuttavia SPID risulta del tutto assente dai programmi di trasformazione digitale delle imprese. Un recente articolo pubblicato da Agenda Digitale prova a fare il punto e ne condividiamo di seguito gli aspetti più significativi.

Spid per le imprese: mancanza di comunicazione

Tra i motivi principali sottolineati dagli autori vi è la carenza di informazione a riguardo. Non vi è da parte del Governo Centrale una vera e propria attività di comunicazione volta ad informare le imprese sull’utilità di SPID. Queste ultime quindi non sono informate dell’effettivo valore del servizio

Il poco interesse nel far conoscere in maniera maggiore e approfondita le possibilità di SPID cittadino da parte delle imprese private, è dovuto forse anche al fatto che le stesse non considerano di rilievo il ruolo della gestione delle identità del cittadino, lasciando che la registrazione ai vari canali privati utilizzato quotidianamente avvenga tramite i profili Facebook e Google.

Spid per le imprese: mancanza di incentivi per i fornitori

La mancanza di incentivi commerciali per i fornitori di servizi IT è un secondo punto sottolineato da Agenda Digitale. Ciò fa sì che ci sia poco interesse da parte di questi nel curare e perfezionare un prodotto cucito su misura per le esigenze delle imprese che, ad esempio gestisca anche esigenze tipiche di queste ultime che invece non riguardano la Pubblica Amministrazione.
Forse favorendo il dialogo diretto tra Fornitori e Aziende si riuscirebbe a superare questa empasse.

Spid per le imprese: il blocco della contrattazione

Va inoltre ricordato che fornitori e clienti “contrattano” sulle proprie esigenze soprattutto tramite i prezzi, ovvero scambiandosi sia in modo privato che pubblico proposte e richieste accompagnate da un prezzo per la fornitura di determinati servizi.

Per quanto riguarda SPID, questa contrattazione non sussiste, poiché si opera in un mercato di clienti che, potenzialmente, fanno capo ad un prezziario unico regolato dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID), creando un mercato in cui non vi è un reale incontro tra domanda e offerta.

Per fare si che SPID guadagni il ruolo di rilievo che merita anche presso le aziende e le imprese private, occorre che ogni Fornitore che offre servizi legati al Sistema di Identità digitale possa farlo alle condizioni commerciali e con le combinazioni di servizi che ritiene più convenienti.

Spid per le imprese: il ruolo di Spidstart

In tale panorama si inserirebbe anche la soluzione Spidstart che diventerebbe un nodo chiave non solo per i fornitori di servizi IT alla PA, ma anche per quelli che si relazionano con le imprese. Grazie alla soluzione Spidstart questi ultimi sarebbero infatti in grado di offrire un prodotto completo in ogni sua parte ai privati interessati, aumentandone così il valore.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *