Integrazione SPID per tutti i cittadini entro un anno: la promessa del premier Conte ai cittadini italiani
10 Ottobre 2019
Digitalizzazione PA_SPID
Integrazione di SPID al centro dei programmi del Governo
24 Ottobre 2019

SPID per accesso alle pensioni: perché è importante richiederlo

Accesso con Spid pensioni

SPID per accesso alle pensioni: perché è importante richiederlo

Accesso SPID per pensionati: le novità

Il programma di governo M5S e PD prevede diversi cambiamenti finanziari per il 2020, alcuni dei quali coinvolgeranno le pensioni ed il modo in cui i cittadini che le percepiscono potranno usufruirne.  La pensione di cittadinanza è uno di questi provvedimenti la cui domanda, ad esempio, va presentata tramite accesso con SPID:

Dal 2020, in generale, la nuova riforma pensioni prevederà uno snellimento nella procedura di ottenimento della quota pensionistica, favorendo – in accordo con l’obiettivo del Presidente del consiglio Giuseppe Conte – l’accesso ai servizi anche attraverso l’utilizzo di SPID.

Grazie all’identità digitale i pensionati e futuri pensionati potranno accedere in maniera agevolata al servizio e consultare agevolmente pratiche e cittadini. L’intento del Governo verso un utilizzo sempre maggiore di SPID è d’altronde stato più volte palesato, non ultimo dallo stesso Premier Conte (leggi approfondimento).

 

SPID e servizi INPS

Per poter usufruire dei servizi online offerti dalla piattaforma INPS è necessario fornirsi di un’Identità Digitale unica, ed è questo il punto della riforma pensioni che riguarda SPID.

Ottenere le credenziali SPID per poter accedere a tutti i servizi online offerti dalla Pubblica Amministrazione, infatti, diventa indispensabile per i cittadini che percepiscono la pensione. Con questo strumento i pensionati – e coloro che stanno per diventarlo – potranno tenere sotto controllo in tempo reale tutti i cambiamenti avvenuti o in corso ad esempio sul conteggio dei contributi con la flessibilità in uscita o il cumulo previsti dalla legge di bilancio.

I pensionati interessati a richiedere SPID per la consultazione della propria pensioni possono visitare il sito www.spid.gov.it, dove sono reperibili tutte le indicazioni necessarie sia su cos’è SPID, ovvero il Sistema Pubblico D’Identità Digitale, sia sui servizi per cui sarà stato utile ottenere questo nuovo codice unico con cui accedere comodamente e rapidamente a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione sempre con le stesse credenziali  ed un’unica Identità Digitale.

 

Accesso SPID alle Pensioni: come si richiede

Chiedere SPID per l’accesso ai servizi pensionistici è semplice e segue la procedura standard di ottenimento dell’identità digitale.

Per richiedere SPID, ricordiamo, sono dunque necessari i seguenti documenti:

  • Documento d’identità valido (a scelta tra patente e passaporto);
  • Tessera sanitaria;
  • Indirizzo e-mail,
  • Numero di telefono del cellulare che si usa solitamente.

 

Una volta conclusa la procedura per richiedere occorrerà aspettare pochi minuti per avere accreditata un’Identità Unica Digitale con le proprie credenziali SPID che consentirà, non solo l’accesso ai servizi INPS ma, ovviamente, a tutti i servizi online delle Pubbliche Amministrazioni aderenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *