digitalizzazione della PA
UN PROTOCOLLO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PA
25 Gennaio 2019
reddito di cittadinanza SPID
REDDITO DI CITTADINANZA, DAL 6 MARZO CON SPID
21 Febbraio 2019

SPID PER L’ACCESSO AI SERVIZI MINORI

SPID per accesso ai servizi minori

SPID chiave d’accesso anche per servizi minori

Sono sempre di più gli Enti che scelgono di dare la possibilità di accedere ai servizi, anche minori con SPID. Tra questi il Comune di Como e quello di Torino, sempre più vicini ai cittadini.

SPID sta diventando sempre più chiave di accesso anche per i servizi minori dei Comuni. Sono molte infatti le Pubbliche Amministrazioni che scelgono di rendere l’accesso ai propri servizi più semplice e immediato, consentendo ai cittadini l’utilizzo delle credenziali SPID.
Non solo dunque servizi a più ampio respiro, come quelli dell’INPS o dell’Agenzia delle Entrate, ma anche utilizzi minori e comunque importanti per agevolare la vita del ‘cittadino digitale’.

SPID per servizi minori, l’esempio del Comune di Como

È dal Nord Italia che arrivano due casi esempio dell’implementazione di SPID.
Siamo il Lombardia, nel Comune di Como, che ha portato avanti quella che definisce una ‘mini rivoluzione’. Dal 18 febbraio infatti, i permessi per accedere alla Ztl si potranno ottenere online, utilizzando un apposito software messo a punto dall’Ente. L’accesso è consentito appunto con SPID o con la Carta nazionale dei Servizi (CNS).
Conscio delle possibili difficoltà per alcuni cittadini, il Comune ha pensato di accompagnarli in questo cambiamento predisponendo una postazione pc presso l’ufficio permessi e rendendo la misura effettiva al 100% dal 1° settembre.
Il Comune ha poi messo a disposizione dei cittadini delle risorse interne che possano aiutare i primi a capire i meccanismi.
L’Ente ha spiegato che l’intenzione è quella di snellire le procedure ed evitare le code all’ufficio permessi.

SPID per servizi minori, dal capoluogo piemontese il nuovo portale ‘Torino Facile’

Un altro esempio virtuoso arriva dal capoluogo piemontese, la città di Torino. Il portale Torino Facile è stato rinnovato nella veste grafica, semplice e accessibile, per garantire una user experience migliore al cittadino. L’Ente punta a rendere i propri servizi accessibili ai cittadini senza doversi necessariamente rivolgersi ad uno sportello fisico, ma utilizzando comodamente pc e smartphone.
Cambi di residenza, pratiche edilizie, prenotare appuntamenti con i funzionari o iscrivere i figli al nido, sono alcuni dei servizi che, tramite il portale, potranno essere fruiti 24 ore su 24, utilizzando SPID.
Il progetto, portato avanti dall’assessore all’Innovazione e alla Smart city, Paola Pisano, e dal direttore generale di Csi Piemonte, Pietro Pacini, punta anche a misurare l’efficienza della performance del Comune. I dati ricavati dall’utilizzo del portale saranno infatti utilizzati per un miglioramento costante del servizio.
Il Direttore Generale del CSI, Pietro Pacini, ha definito il lancio del nuovo portale un risultato importante perché mette a disposizione dei cittadini un sito per accedere facilmente ai servizi, mentre la Città di Torino diventa ancora più smart e vicina alle esigenze delle persone.