Digitalizzazione PA_SPID
Integrazione di SPID al centro dei programmi del Governo
24 Ottobre 2019
spid uso professionale_spidstart
SPID professionisti: pubblicate le linee guida Agid
8 Novembre 2019

La raccomandata si ritira con SPID

Spid per i privati_ritiro raccomandata

La raccomandata si ritira con SPID

È da pochi giorni ufficiale l’introduzione di un nuovo e utilissimo servizio gratuito da parte di Poste Italiane. È ora possibile, infatti, ritirare le proprie raccomandate digitalmente. Un passo avanti, dunque, per l’estensione dello SPID come chiave di accesso non solo per i servizi pubblici ma anche per quelli privati.

Spid per i privati: come funziona la raccomandata digitale

Il servizio di Poste Italiane elimina sostanzialmente la necessità di recarsi presso l’ufficio postale per il ritiro delle raccomandate. L’utente può infatti loggarsi tramite PC, smartphone o tablet e così ritirare i documenti non consegnati.

Non è questa l’unica funzione, il servizio consente infatti non soltanto il ritiro, ma anche l’attivazione di un avviso via SMS o e-mail ogni volta che una nuova raccomandata risulti in giacenza. È infine possibile usufruire di uno spazio di memoria dove poter consultare le proprie raccomandate, anche se fisicamente consegnate dal portalettere o già ritirate. Un servizio, quest’ultimo, valido anche quando si tratta di raccomandate e atti giudiziari.
Attivo H24, tutti i giorni della settimana, la validità del ritiro digitale è pari a quella del ritiro fisico.


SPID per i privati: il ruolo di SPID per il ritiro digitale delle raccomandate

In apertura dicevamo che SPID, il Servizio pubblico di identità digitale è tra le chiavi di accesso del servizio. Per usufruirne, infatti, occorre l’attivazione di una firma digitale remota che ha lo stesso valore legale di quella autografa. Una funzionalità gratuita che però necessita dell’accettazione online dell’apposito contratto a cui il cittadino può accedere tramite credenziali PosteID abilitate SPID. Una volta abilitata, questa firma digitale sarà quella che certificherà l’avvenuta consegna della raccomandata.

SPID per l’accesso al servizio, ma solo se PosteID
Se è vero, tuttavia, che SPID è la chiave per accedere al servizio di raccomandata digitale, attenzione, lo è solo in parte. L’affermazione non è infatti valida per tutti i cittadini in possesso di SPID, ma solo per quelli che hanno attivato la propria identità digitale con PosteID. Un servizio dunque, che potremmo anche identificare come una sorta di escamotage, da parte di Poste Italiane per promuovere l’ottenimento delle credenziali SPID tramite la propria offerta in qualità di Identity provider accreditato da Agid.

Nonostante tale passaggio, resta comunque interessante l’iniziativa di Poste, oggi tra i pochissimi privati a garantire l’accesso online ad uno dei propri servizi tramite le credenziali SPID.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *