Rottamazione cartelle tramite SPID: Equiclick

Rottamazione cartelle Equitalia, attraverso Equiclick o tramite il portale www.gruppoequitalia.it è più facile aderire alla definizione agevolata delle cartelle di pagamento, con le credenziali SPID, in modo da tenere sotto controllo la propria situazione.

equi
Con Equiclick è possibile pagare cartelle, consultare avvisi e aderire alla definizione agevolata prevista dal decreto legge 193/2016. Inoltre, è possibile ottenere la rateizzazione del proprio debito fino a 60.000 euro.

Equiclick con Spid
Prima era possibile accedere solo con le credenziali, formate da codice fiscale e password, fornite dall’Agenzia delle Entrate. Adesso è possibile accedere con SPID che fornisce ai contribuenti di accedere allo sportello di Equitalia con un semplice click.

L’area riservata di Equiclick presta particolare attenzione per coloro che vogliono aderire alla definizione agevolata prevista dal decreto legge 193/2016. Con Equiclick diventa semplice acquisire tutte le informazioni, ed eventuale esistenza di debiti con l’eventuale scelta di aderire alla definizione agevolata.

Rottamazione cartelle con Equiclick
Equiclick è stata lanciata a luglio ed è composta da due aree:

la prima: open e senza password, non richiede credenziali e permette con la funzione “paga online” di saldare le cartelle e avvisi utilizzando la carta prepagata o la carta di credito. Vi è anche il servizio “trova lo sportello” che permette rapidamente di trovare lo sportello Equitalia più vicino al contribuente, con orario di apertura e chiusura al pubblico;
la seconda: si entra nell’area riservata con le credenziali o con lo SPID, si può verificare in tempo reale la propria situazione debitoria, generare il codice del bollettino RAV con il saldo del debito aggiornato, si può verificare gli importi dei debiti rateizzabili e ottenere il piano di rateizzazione.
Entrando nell’area riservata si può anche verificare in tempo reale la propria situazione relativa a cartelle e avvisi di pagamento. Qui è possibile, in modo semplice e veloce, selezionare dalla lista dei propri documenti quelli che si vogliono pagare, generare il codice del bollettino Rav con l’importo aggiornato e saldare il debito. Sempre all’interno dell’area riservata si può consultare la lista dei documenti rateizzabili. Selezionandoli si può ottenere la rateizzazione, inoltre se si ritiene che le somme non devono essere pagate, si ha la possibilità, nei casi in cui la norma lo prevede, di inviare domanda per la sospensione alla riscossione in attesa delle verifiche di Equitalia.

 

— articolo originale di Angelina Tortora su Investireoggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *